Regione Veneto

Portogruaro e il Patto dei Sindaci

Ultima modifica 5 ottobre 2016

Ogni anno gli esseri umani consumano più risorse di quante se ne producano, ben un pianeta e mezzo.

Questo è il dato del 'Living Planet Report' 2012, rapporto sullo stato di salute della Terra del Wwf sull’impronta ecologica, l'indicatore che mette in relazione il consumo umano di risorse naturali con la capacità della Terra di rigenerarle.

Considerato che l'80% della popolazione vive e lavora nei centri abitati, dove viene consumatofino all'80% dell'energia complessiva e che più della metà delle emissioni di gas a effetto serra viene rilasciata dagli agglomerati urbani, spetta dunque ai Comuni invertire questa tendenza.

Promuovere il consumo intelligente e rispettoso delle risorse, ponendosi “in punta di piedi” nella gestione del territorio. 

Con questa consapevolezza il Comune di Portogruaro ha sottoscritto il 29 novembre 2011 il Patto dei Sindaci, impegnandosi di fronte all'Unione Europea a ridurre entro il 2020 di almeno il 20% le emissioni di C02 sull'intero territorio comunale.

 

Il Patto dei Sindaci è un’iniziativa su base volontaria il cui scopo è coinvolgere le amministrazioni locali nel trovare soluzioni per raggiungere l’obiettivo di riduzione delle emissioni di CO2 in ambito urbano.

L'Unione Europea, in prima linea nella lotta contro il cambiamento climatico globale, ha delineato nel Pacchetto clima-energia, meglio conosciuto come “20-20-20”, l'impegno che spetta agli Stati membri entro il 2020:

 

ricorrere alle fonti di energia rinnovabile per il 20%;
ridurre i consumi energetici del 20%;
ridurre infine le proprie emissioni di CO2 di almeno il 20% .


Sottoscrivendo il Patto, i firmatari mirano, in particolare, a garantire e superare l’obiettivo dell’Unione Europea di ridurre le emissione di CO2 del 20% entro il 2020

1) Gli strumenti del patto

   1.1) Il Piano d’Azione per l’Energia Sostenibile (PAES) è il documento chiave con cui il firmatario del Patto delinea in che modo intende raggiungere il suo obiettivo di riduzione di CO2 entro il 2020 e definisce le attività e le misure da impostare fino a raggiungere gli obiettivi insieme ai tempi e le responsabilità assegnate, illustrando le azioni chiave che si intendono intraprendere e il loro impatto in termine di costi, attori coinvolti, localizzazione, risorse, obiettivi di risparmio energetico, investimento e arco temporale d’azione.

Il Patto dei Sindaci è una sfida per la quale è indispensabile la collaborazione di tutti i Cittadinisia per ridurre nel quotidiano il consumo delle risorse sia per suggerire nuove idee per le azioni di piano.

(vedi allegato PAES)

   1.2) L'inventario base delle emmissioni

Al fine di tradurre l'impegno politico assunto con l'Europa in misure e progetti concreti, il Comune di Portogruaro ha redatto tramite i propri uffici l'inventario di Base delle Emissioni,necessario alla successiva stesura del Piano d’Azione per l’Energia Sostenibile (PAES).

L’Inventario delle emissioni è lo strumento che quantifica la quantità di CO2 emessa a causa del consumo di energia nel territorio di competenza entro un determinato periodo.

Per Portogruaro sono state fissate due rilevazioni:

- la prima al 2005, che determina il dato di partenza;

- la seconda al 2010, per verificare l'andamento delle emissioni di CO2 nel territorio.

Considerando solo gli edifici comunali, la pubblica illuminazione e il parco auto comunale dal 2005 al 2010 le emissioni di CO2 sono diminuite dell'8%.

 

Consumo t CO2 anno 2005

Consumo t CO2  anno 2010

Patrimonio edilizio  comunale

1.687,10

1.607,70

Illuminazione pubblica

1.879,20

1.665,60

Parco auto comunale

72,20

70,00

 

   1.3) Il piano per il terziario

I consumi energetici riferiti al settore dei servizi e del commercio pesano per circa il 20% sul totale dei consumi complessivi del territorio comunale. Tuttavia, non essendo questo dato disponibile durante la prima stesura del PAES, il piano approvato il 26.11.2012 escludeva il settore terziario. 

Si è inteso quindi apportare un'integrazione del PAES, comprendente l'analisi dei consumi energetici del terziario e le relative azioni da intraprendere con l'obiettivo di ridurre del 20% le emissioni di C02 entro l'anno 2020. 

Qui sotto si rende disponibile il documento integrativo al PAES approvato con la Deliberazione del Consiglio Comunale n. 96 del 16.12.2013.

(in allegato il documento integrativo al PAES - Terziario)

 

1- PAES

Allegato 23.94 MB formato pdf
Scarica

2-Documento integrativo al PAES

Allegato 1.97 MB formato pdf
Scarica