Regione Veneto

Stato di attuazione del "PON Inclusione"

Pubblicato il 20 settembre 2018 • Sociale Via Seminario, 27, 30026 Portogruaro VE, Italia

Portogruaro, presentato ufficialmente lo stato di attuazione del PON INCLUSIONE di cui il Comune e’ capofila per l’intero Veneto Orientale

Ieri, mercoledì 19 settembre, si è svolta la Conferenza dei Sindaci della Sanità del Veneto Orientale presso la sede VeGAL di via Cimetta 1, all’interno della quale è stato presentato ufficialmente dai Servizi Sociali del Comune di Portogruaro lo stato di attuazione del PON INCLUSIONE, ovvero il Programma Operativo Nazionale che rientra nell’ambito delle politiche europee cofinanziate nel ciclo di programmazione dei fondi 2014-2020, nell’ottica di definire i prossimi adempimenti a cui saranno chiamati tutti i Comuni del Veneto Orientale.

Il Comune di Portogruaro è capofila per l’intero mandamento: gestisce quindi il coordinamento dei servizi per il REI (reddito di inclusione) per tutta l’area del Veneto Orientale; mantiene i rapporti con il Ministero, con l’INPS, con la Regione Veneto e con i Centri per l’Impiego. I Servizi Sociali del Comune hanno dato esecuzione alle gare d’appalto previste nel PON Inclusione per la realizzazione dei seguenti servizi: il servizio educativo domiciliare, l’attivazione dei voucher per la frequenza ai nidi per i bambini di fascia d’età 0-3 anni che appartengono a nuclei familiari beneficiari di REI e l’attivazione delle 36 borse-lavoro che verranno messe a disposizione da novembre 2018 per i beneficiari di REI e per le persone socialmente svantaggiate segnalate dai Centri per l’impiego o dai singoli comuni. Inoltre c’è la possibilità per le stesse persone di essere inserite all’interno di associazioni di volontariato con un contributo mensile a sostegno del progetto.

Al Veneto Orientale il Ministero ha assegnato ulteriori 511.000 euro: nei prossimi mesi sarà effettuata la mappatura dei servizi già in essere e sarà stabilita la destinazione delle risorse esistenti, dopo l’approvazione della sezione specifica del piano di zona in riferimento al nuovo Piano Povertà.

“I Comuni sono chiamati a ragionare insieme circa le modalità di gestione di queste nuove azioni, che sono diventate strutturali e costituiscono livelli essenziali delle prestazioni sociali”, ha dichiarato il sindaco Maria Teresa Senatore. “Si stanno sviluppando in questi mesi le diverse azioni previste all’interno del PON Inclusione. Il Comune di Portogruaro ha un ruolo chiave in questa gestione, in quanto capofila per un’area vasta: la collaborazione tra gli Enti e gli uffici deve essere massima. Sicuramente la nuova locazione dei Servizi Sociali presso l’edificio delle ex carceri di via Seminario consente agli uffici preposti una maggiore serenità lavorativa; ci auguriamo che grazie a queste risorse ministeriali si possa arginare quanto più possibile la povertà sociale del territorio e si possa agevolare l’inserimento delle persone svantaggiate all’interno di lavori socialmente utili per tutta la comunità. L’impegno da parte dell’amministrazione per la promozione di queste iniziative sarà massimo.”