Bonus Facciate - Zone dove l’intervento è ammissibile

Ultima modifica 1 luglio 2021

Ai sensi dell’ articolo 1, comma 219 della legge n. 160 del 27 dicembre 2019 (legge di bilancio 2020) spetta una detrazione dall’imposta lorda per le spese relative agli interventi finalizzati al recupero o restauro della facciata esterna degli edifici esistenti ubicati in zona A o B, ai sensi del decreto del Ministro dei lavori pubblici 2 aprile 1968, n. 1444, o in zone ad esse assimilate dal Piano Regolatore.

Di seguito l’interessato troverà le planimetrie del Piano Regolatore (Piano degli Interventi) suddiviso tra Capoluogo e frazioni, dove sono indicate le zone A e B, tali zone sono quelle ai sensi del DM n. 1444/68 e comprendono anche le aree assimilate in base alla normativa urbanistica vigente.

Pertanto, ferma restando la tipologia di documentazione richiesta per la detrazione fiscale, anche sulla base dell’intervento edilizio che il privato intende eseguire, l’interessato può stampare l’estratto dalla cartografia di seguito riportata con la relativa legenda, ovvero può sempre essere richiesto un CDU (certificato di destinazione urbanistica) il cui fac simile si trova al n. 90 del link (clicca il collegamento...), previo pagamento dei diritti di segreteria.

Si fa presente che ad oggi molti interventi sulla facciata esterna sono attività edilizia libera, ovvero non necessitano di titolo edilizio e/o di comunicazione al Comune (ai sensi del DPR 380/2001 art. 6 comma 1, lett. a) e art. 3, comma 1, lett. a) come previsto anche dal DLgs 222/2017 e DM 2-3-2018 punti 1 e succ.).

Per dettagli vedasi il link al punto 05 - Elenco opere in edilizia libera DM 2-3-2018 ex DL 222-2016

Si precisa però che nel caso di edifico con vincolo storico monumentale è prevista la preventiva autorizzazione della Soprintendenza. Inoltre, nel Centro Storico del capoluogo ed entro la fascia di 150 mt dai fiumi Lemene, Reghena, Lison, Loncon, Lugugnana, rio Taù, potrebbe essere necessaria la preventiva autorizzazione ambientale a seconda della tipologia di intervento, pertanto si invita a verificare la richiesta o con il proprio tecnico progettista di fiducia ovvero con l’ufficio edilizia privata del Comune.

Per approfondimenti consultare il sito dell'Agenzia delle Entrate (clicca qui)


Planimetrie del Piano Regolatore (Piano degli Interventi) suddiviso tra Capoluogo e Frazioni