Regione Veneto

Anziani e Persone non autosufficienti

Ultima modifica 13 maggio 2019

Servizi preventivi

  • Telecontrollo - telesoccorso domiciliare 

    La Regione veneto con DGR n. 1996 del 6.12.2017 ha dato nuove disposizioni operative per la gestione del Servizio di telesoccorso e telecontrollo domiciliare, che verrà trasferita all’Azienda ULSS 4 “Veneto Orientale”.

    Pertanto a far data dal 7 maggio 2018 il cittadino dovrà presentare la domanda di telesoccorso e telecontrollo domiciliare nelle seguenti modalità:

    - via e-mail all’indirizzo telesoccorso@aulss4.veneto.it;

    - presso il Distretto Socio-sanitario dell’Azienda ULSS 4 “Veneto Orientale” in Via Zappetti, 23 , negli gli sportelli dell’anagrafe sanitaria/esenzione ticket nei seguenti orari di apertura al pubblico: dal Lunedì al Venerdì dalle ore 8,30 alle 12,00 e Giovedì anche dalle 15,00 alle 17,00;

    Il cittadino potrà scaricare il modulo di richiesta dal sito internet dell’Azienda ULSS 4 http://www.ulss10.veneto.it/servizi/prestazioni_sociali/anziani; è inoltre disponibile il modulo presso gli sportelli dell’anagrafe sanitaria /esenzione ticket (recapiti telefonici 0421.396674/396665/396666).
     

  • Centro sociale per anziani 
    Il Centro Culturale Sociale e Ricreativo "Sandro Pertini" è luogo d’incontro e socializzazione per gli anziani residenti nel territorio comunale; promuove gite, iniziative culturali e di socializzazione. 
    La sede è in via Giovanni Verga, n. 4 - Tel. 0421-71199.
     
  • Emergenza caldo
    Consigli generali per affrontare il gran caldo senza rischi per la salute
    (collegamento alla news informativa...)
     
  • Soggiorni climatici per anziani 
    Soggiorni in località termali e di montagna, organizzati dal Centro Culturale Sociale e Ricreativo "Sandro Pertini". Il Comune contribuisce alle spese di soggiorno dei richiedenti, in base all’ISEE con soglie annualmente definite dalla Giunta Comunale.
    VACANSE ESTIVE PER ANZIANI "2018" (clicca il collegamento...)


Servizi a carattere assistenziale

  • Assistenza domiciliare (SAD) 

    Si rivolge ai cittadini che abbiano una limitata autonomia personale e sociale. Garantisce la presenza a domicilio di persone professionalmente preparate che assicurano un aiuto e un supporto nella cura della persona e delle attività quotidiane.
    Il servizio realizza per lo piu’ interventi individualizzati secondo un piano di lavoro pre-concordato con l’utente e la sua famiglia. E’ soggetto a compartecipazione alla spesa da parte delle famiglie o dell’anziano sulla base della documentazione ISEE.
    Per attivare il Servizio concordare un appuntamento con l’Assitente Sociale.

  • Fornitura pasti a domicilio

    Il servizio aiuta la persona che, anche temporaneamente, non sia in grado di prepararsi i pasti in maniera autonoma, attraverso la fornitura a domicilio di un pasto caldo completo secondo il menu’ settimanale dal lunedì al sabato.
    E’ soggetto a compartecipazione alla spesa da parte delle famiglie o dell’anziano sulla base della documentazione ISEE.
    Per attivare il servizio concordare un appuntamento con l’Assistente Sociale

  • Integrazione rette di ricovero anziani/inabili 
    L'accoglienza in struttura residenziale o semiresidenziale prevede il pagamento della retta alberghiera da parte dell'interessato o dei suoi famigliari. Il Comune provvede, per soggetti in condizione di necessità economica, all'integrazione delle spese di ricovero in struttura previa verifica della situazione economico-patrimoniale.
    Il servizio sociale fornisce informazioni e consulenza per l'accesso alle strutture residenziali per persone non autosufficienti. Partecipa alle Unità Valutative Multidimensionali necessarie per il ricovero definitivo o temporaneo per persone non autosufficienti nelle strutture residenziali. Predisponei progetti di inserimento temporaneo o di pronta accoglienza, anche sulla base di determinati requisiti economici e sociali.
     
  • Domanda di accoglimento in centro servizi residenziali per non autosufficienti
     
  • Assistenza economica (ausili, sussidi e prestiti d’onore)
    I cittadini possono chiedere un contributo economico ai Servizi Sociali del Comune quando si trovano in una situazione di disagio e non sono in grado di provvedere ai bisogni fondamentali. Il contributo economico ha carattere temporaneo (ausilio) o continuativo (sussidio), o puo’ avere la natura del prestito dove vi sia la garanzia di restituzione dell’importo. Ogni intervento viene subordinato ad una attenta verifica delle condizioni economiche, patrimoniali e sociali del richiedente da parte dell’Assistente Sociale.
     
  • Social Card:
    (clicca il collegamento)
     
  • Contributi per l’eliminazione delle barriere architettoniche (LR 16/2007 e L 13/89)
    E’ un contributo economico finalizzato all’abbattimento delle barriere architettoniche nella propria abitazione, quali l’installazione di un ascensore o di un montacarichi, la predisposizione di scivoli e l’adeguamento delle strutture interne all’abitazione. E’ previsto anche l’adattamento di automezzi ad uso privato. (per maggiori informazioni clicca il collegamento...)
     
  • IMPEGNATIVA DI CURA DOMICILIARE I.C.D.

    L’Impegnativa di Cura Domiciliare (ICD) è un contributo destinato alle persone non autosufficienti assistite al proprio domicilio. Serve ad acquisire prestazioni di supporto e assistenza nella vita quotidiana, ad integrazione delle attività di assistenza domiciliare dei Comuni e dell’ULSS.
    Sono previste 5 tipologie di ICD, mutuamente esclusive:

    - Impegnativa ICDb (ex Assegno di Cura “base” e “badante”): per utenti con basso bisogno assistenziale, verificato dalla rete dei servizi sociali e dal Medico di Medicina Generale. Il contributo mensile è di 120,00€.
    - Impegnativa ICDm (ex assegno di Cura): per utenti con medio bisogno assistenziale, verificato dal Distretto Socio Sanitario, con presenza di demenze di tutti i tipi accompagnate da gravi disturbi comportamentali o con maggior bisogno assistenziale rilevabile dal profilo SVaMA. Il contributo mensile è di 400,00€.
    - Impegnativa ICDa: per utenti con alto bisogno assistenziale, verificato dal Distretto Socio Sanitario, con disabilità gravissime e in condizione di dipendenza vitale che necessitano a domicilio di assistenza continua nelle 24 ore. L’istanza va presentata all’Azienda ULSS n. 4.
    - Impegnativa ICDp: per utenti con grave disabilità psichica e intellettive, già interventi di promozione dell’autonomia personale e di aiuto personale. Per queste ICD gli importi del contributo sono variabili in funzione del reddito o del progetto assistenziale.
    - Impegnativa ICDf: per utenti con grave disabilità fisico-motoria: persone in età adulta, con capacità di autodeterminazione e grave disabilità fisico-motoria, (già progetti di vita indipendente). Per queste ICD gli importi del contributo sono variabili in funzione del reddito o del progetto assistenziale.

    Come si accede all’ICD: Per accedere all’ICD b) e m) è necessario presentare la domanda al Sindaco del Comune o al Direttore del Distretto Socio-sanitario di competenza territoriale utilizzando lo specifico modulo allegato.

    (Maggiori informazioni nel sito della Regione Veneto...)

     
  • Trasporto sociale:

    l’Associazione di volontariato “In Famiglia” ha attivo un servizio di trasporto ed accompagnamento per ammalati oncologici parzialmente autosufficienti. Per informazioni e prenotazioni telefonare allo 0421-284630. Per la zona di Giussago e Lugugnana è possibile rivolgersi all’APAL (Associazione pensionati anziani di Lugugnan Tel. 377-1088813 (o al numero 333-1415150) in orari d’ufficio. Per la zona di Summaga, Pradipozzo, Lison, Mazzolada e Portovecchio è possibile rivolgersi all’Associazione Su. Pra. Li Ma (Lunedì e Martedì dalle 10,00 alle 12,00 – tel. 331-2369865 (o al numero 335-6770042). Per necessità di trasporto di persone disabili il Comune mette a disposizione un mezzo attrezzato per il trasporto carrozzine. Contattare il settore Servizi Sociali (0421-75535) per verificare i requisiti e la disponibilità.

     
  • Pronta accoglienza/sollievo

    Si tratta di un ricovero temporaneo di 30 giorni presso le strutture agevolate per anziani e non autosufficienti per far fronte a situazioni di difficoltà temporanea nella gestione delle persone a domicilio.
    Rivolgersi ai Servizi Sociali per la verifica dei requisiti di accesso.

  • PROGETTO SOLLIEVO “MEMORY”: nuovi orari
    Il Progetto si realizza presso l’Agriturismo Noiari di Summaga di Portogruaro il Martedì, Mercoledì e Venerdì dalle 15,00 alle 18,00. Per informazioni contattare il Presidente dell’Auser auserilponte@portogruaro.org Cell. 335-8268052

01-Modulo Domanda Impegnativa di Cura Domiciliare

Allegato 1.43 MB formato pdf
Scarica

02-Delibera di Giunta Regionale

Allegato 727.00 KB formato pdf
Scarica