Regione Veneto

Fotogrammi Veneti: i giovani raccontano

Ultima modifica 5 febbraio 2018

BANDO REGIONALE “FOTOGRAMMI VENETI: I GIOVANI RACCONTANO”

A Portogruaro è diventato L’ESSENZIALE … VISIBILE AGLI OCCHI”

Il Veneto visto con gli occhi dei giovani. I giovani attraverso l’espressività creativa, raccontano il nostro territorio: eccellenze, buone prassi, iniziative pilota, laboratori di partecipazione e cittadinanza, atelier artistici, iniziative sociali, volontariato, ma anche situazioni critiche, cose da migliorare, idee per il futuro.

Usando lo strumento multimediale come “voce narrante” i progetti hanno rappresentato dei laboratori dove poter sviluppare competenze specifiche e professionalizzanti (musica, arti visive, fotografia, arti e mestieri della tradizione locale) far emergere il talento artistico, creare opportunità occupazionali, educare al volontariato e alla cittadinanza attiva, salvaguardare l’ambiente, tenere vive le tradizioni storico-culturali, promuovere le bellezze paesaggistiche della nostra Regione.

Si è voluto offrire ai giovani la possibilità di scegliere in modo consapevole e responsabile se e dove spendere i propri talenti per la comunità.

            Sociale (attenzione alle diverse fragilità), turismo (promozione della propria Città) e multimedialità consapevole al centro di tale ricerca.

            Formazione e supervisione continua di esperti dei diversi settori, 3 giovani leader “curriculati” che guidano 6 giovani leader “provetti” lo start up di una rete di cittadinanza attiva promossa dai e per i giovani del territorio.

            Ciascuno, attraverso un percorso dapprima individuale e poi “collaborato” fatto di condivisione e comunione d’intenti, è stato attore di uno spettacolo di conoscenza, promozione, valorizzazione e sviluppo di una parte della propria città…forse quella più essenziale…rendendola visibile e migliorabile agli occhi di tutti.

Per concretizzare quanto sopra sono state realizzate le seguenti azioni programmatiche:

  1. GIOVANI, INCLUSIONE E PARTECIPAZIONE: una nuova frontiera per il territorio  (accedi al video...)

I giovani studenti dell’ISIS “G. Luzzatto” di Portogruaro dell’indirizzo socio-sanitario, dopo una mirata formazione curata dall’AUSER Volontariato – Il Ponte Città del Lemene di Concordia Sagittaria, si sono approcciati alle realtà della stessa associazione di Concordia Sagittaria della “MENSA SOLIDALE”, del “CENTRO SOLLIEVO” e de “LA CASETTA” sperimentandosi nella relazione d’aiuto con diverse forme di fragilità.

  1. TEATRO (accedi al video...)

Grazie al Bando regionale si è finanziato l’inserimento di 20 studenti nell’iniziativa teatrale, gestita Compagnia Teatrale ARTIVARTI di Portogruaro, che ha coinvolto l’ISIS “L. Da Vinci” e “G. Luzzatto”. E’ stata data la possibilità di inclusione a degli studenti che per difficoltà economiche del proprio nucleo di appartenenza non avrebbero potuto permettersi la partecipazione a questa esperienza ormai consolidata a Portogruaro. Il percorso teatrale si è concluso con la rappresentazione dal titolo “SMS”.

  1. VALORIZZAZIONE DEL QUARTIERE DI VIA ALDO MORO (accedi al video...)

Dopo la ricognizione sociale tesa a comprendere la percezione degli abitanti di Via Aldo Moro sulla vita in quartiere, si sono attivate delle azioni promozionali e di sostegno alla cittadinanza attiva. Un gruppo molto propositivo di cittadini residenti in via Aldo Moro, gli Amici del Quartiere Aldo Moro,

ha, quindi, avviato con successo svariate iniziative aggregative e di promozione del benessere. Dal mese di ottobre 2017, poi, è attivo un doposcuola “…e vai con via Aldo Moro” gestito dalla Parrocchia Santa Rita da Cascia e dall’Associazione Rugby Lemene di Portogruaro, con l’apertura di 2 pomeriggi di attività didattiche e ludiche: il mercoledì ed il venerdì dalle ore 15.00 alle ore 18.00.

  1. NONNO TI VENGO A TROVARE (accedi al video...)

Giunto alla quarta edizione il progetto continua con rinnovata motivazione le sue attività. Durante il Bando, coinciso con la terza edizione, si sono realizzate svariate forme di incontro generazionale: da una parte i giovani studenti dell’ISIS “G. Luzzatto” di Portogruaro sono stati accolti al domicilio dai nonni di Portogruaro e di Concordia Sagittaria e dall’altra molti nonni sono stati accolti nelle classi di ogni ordine e grado di Portogruaro (scuola dell’infanzia “Maria Immacolata”, scuola primaria IV Novembre, Marco Polo e Battisti di Summaga, scuola secondaria di primo grado “D. Bertolini”) per raccontare la propria infanzia, le nostre tradizioni, i mestieri di un tempo ed il grande tema dalla seconda guerra mondiale. Passioni e vissuti che si incontrano dove l’ottica è la pari dignità di ogni età generazionale nell’acquisizione del valore dello scambio: esperienze, saperi, valori, affetto e stili e strumenti comunicativi. È in fase di avvio il progetto “nonno al PC” che consentirà ai nonni interessati di farsi insegnare dai giovani, a sua volta formati al trasferimento delle competenze base, l’utilizzo del pc.

  1. UNA MANO AMICA (accedi al video...)

Si tratta di un’altra vincente formula per consentire l’incontro tra generazioni ed il far incontrare i diversi bisogni delle persone: da una parte i giovani che nell’apprendere una professione necessitano di sperimentarsi e dall’altra chi necessita di concrete prestazioni a domicilio.

Gli studenti dell’Istituto Professionale “Monsignor Vittorio D’Alessi”, grazie al progetto il cui referente è il prof. Granata, possono far emergere le loro capacità in termini lavorativi ma soprattutto in termini umani. Con il loro coinvolgimento divengono maggiormente consapevoli di essere parte attiva della propria società e quindi cittadini attivi. L’attività consiste nell’effettuare piccole manutenzioni domestiche, di tipo elettrico, meccanico, idraulico e sartoriale su segnalazione del Servizio Sociale del Comune di Portogruaro, presso famiglie in difficoltà ed anziani che molto spesso non sono in condizione di provvedere in maniere autonoma alle riparazioni.

  1. EDUCATAMENTE (accedi al video...)

Anche questa azione progettuale vede come protagonisti gli studenti dell’istituto professionale “Monsignor Vittorio D’Alessi”. L’obiettivo postosi sin dall’inizio è quello di favorire l’inclusione sociale dei giovani trovando risposte alle forme di disagio scolastico e sociale nell’ottica di prevenire atteggiamenti e comportamenti di bullismo e violenza. Quindi: offrire agli studenti a rischio di dispersione scolastica un accompagnamento nel mondo del lavoro favorendo al tempo stesso l’acquisizione di alcune competenze scolastiche di base e con attività didattiche personalizzate e di gruppo; inoltre far emergere la loro parte propositiva attraverso la scoperta delle personali capacità di relazionarsi con il mondo adulto.

Accanto a questi video di story-telling i ragazzi si sono occupati della realizzazione di 4 video di promozione territoriale che hanno visto porre l’attenzione su:

Tutti i video sono stati realizzati dai giovani con la supervisione, formazione e montaggio di OEJagency di Portogruaro.

Si è costituita sin dall’inizio una CABINA DI REGIA, coordinata dalla dr.ssa Anita Zanco detto Franco, composta dalle insegnanti referenti dei due istituti coinvolti, prof.ssa Cristina Cappellozza e prof.ssa Silvana Pigatto, dai 6 giovanissimi leader (Elena Veronese, Filippo Diserò, Marco Bonaldo, Aurora D’Ascani, Antonio Filonzi, Valentina Milanese) con funzione di trade union e collante tra la Cabina ed i colleghi studenti. Inoltre 3 giovani leader con specifici ruoli professionali e che sono stati direttamente coinvolti ed incaricati di svolgere specifiche azioni progettuali: dr.ssa Giulia Demo, dr.ssa Giada Fichera e dr.ssa Federica Spampinato. A questi, di volta in volta, si aggiungevano i vari partner interessati ad ogni singola azione progettuale.

L’intero progetto, che ha avuto una durata complessiva di 2 anni e mezzo e che ha visto coinvolte circa 850 persone, è stato realizzato grazie alle partnership di: ISIS “L. Da Vinci”, ISIS “G. Luzzatto”, IPAB Residenza per Anziani “G. Francescon”, ACAT di Portogruaro, AIDO di Portogruaro, Cooperativa Itaca di Pordenone, Cooperativa Il Portico di San Donà di Piave, l’AITSAM di Portogruaro, Compagnia Teatrale ARTIVARTI di Portogruaro, Associazione Onlus TEATRO VIAGGIANTE di Portogruaro, Comunità Familiare LA GRANDE QUERCIA di Portogruaro, l’Associazione VIP Venezia Onlus, AUSER Volontariato – Il Ponte Città del Lemene di Concordia Sagittaria, le Parrocchie Santa Rita da Cascia e Beata Maria Vergine Regina di Portogruaro, il Centro Culturale “H. Von Balthasar”, l’Asssociazione Arma dei Carabinieri di Portogruaro, l’Associazione Rugby Lemene Portogruaro.