19 maggio: Giornata mondiale malattie infiammatorie croniche

Pubblicato il 18 maggio 2022 • Sociale Piazza della Repubblica, 1, 30026 Portogruaro VE, Italia

19 maggio: Giornata mondiale delle malattie infiammatorie croniche dell’intestino

Con l’obiettivo di portare alla luce le disabilità invisibili quali quelle causate dalle malattie infiammatorie croniche dell’intestino (MICI o IBD), in tutto il mondo si celebra il 19 maggio la Giornata Mondiale a ciò dedicata. Per questo motivo nella serata di giovedì il Municipio di Portogruaro sarà illuminato di viola.

L’impatto di queste malattie sulla qualità di vita e sulla sfera psicologica delle persone è enorme; e non aiuta certo nascondere sintomi e dolore. La malattia non deve mai rappresentare un limite; parlarne aiuta ad accettarla, curarsi aiuta a superarla.

Nel mondo sono oltre 5 milioni le persone affette da IBD e in Italia, pur mancando un registro per patologia, si stima che possano esserci circa 240-250 mila pazienti affetti da patologia infiammatoria cronica intestinale, dei quali, un 60% con colite ulcerosa e un 40% con malattia di Crohn, senza differenze di genere. L’esordio di queste malattie è in genere in età giovane-adulta, cioè tra i 20 e i 30 anni, nel pieno della vita di studio, dell’avvio di un’attività lavorativa o della costruzione di una famiglia. Ma nel 20% dei casi, vengono diagnosticate in età pediatrica. Malattia di Crohn e colite ulcerosa sono inoltre in continuo aumento sia nei Paesi occidentali, che in Cina e in India.